SAIE LAB – Riqualificazione, risanamento e restauro degli edifici storici

Istituto degli Innocenti, FIRENZE
8 Maggio 2024

Riqualificazione, risanamento e restauro degli edifici storici

Proseguono gli appuntamenti dei SAIE LAB – Laboratori itineranti del saper fare, un ciclo di incontri tecnici che attraversano il territorio italiano fino alla prossima edizione di SAIE Bologna – 9/12 ottobre 2024.

Ad ospitare la seconda tappa dei SAIE LAB sarà la città di Firenze, con un focus dedicato al risanamento, alla riqualificazione e al restauro degli edifici storici in ambito strutturale, architettonico, urbanistico ed energetico.

Gli interventi tecnici approfondiranno i temi relativi alla salvaguardia, al miglioramento sismico e alle nuove tecnologie e innovazioni per l’efficientamento energetico ed il comfort degli edifici storici.

Un evento in cui imprese, progettisti, geometri, ingegneri, geologi ed architetti potranno confrontarsi su tecnologie, materiali e soluzioni concrete e realmente applicabili per la riqualificazione, il risanamento ed il restauro degli edifici storici.

Al dibattito sarà affiancata la presentazione di dati territoriali dell’Osservatorio SAIE, con le analisi congiunturali e previsionali delle aziende locali appartenenti al mondo dell’industria e delle costruzioni.


I vantaggi di partecipare al SAIE LAB di Firenze:

  • aggiornarsi su metodologie e strumenti pratici per raggiungere il massimo grado di efficientamento energetico nel rispetto del valore storico-artistico degli edifici
  • approfondire le tecniche per la progettazione degli interventi di restauro e recupero strutturale
  • migliorare la qualità del patrimonio storico attraverso l’innovazione tecnologica
  • comprendere quali sono i migliori interventi per ridurre la vulnerabilità sismica e per la messa in sicurezza degli edifici storici
  • confrontarsi sull’utilizzo di materiali innovativi e sostenibili a servizio della riqualificazione e del restauro
  • prendere spunto da case history e cantieri realizzati nel territorio attraverso le testimonianze e il “saper fare” dei tecnici che hanno realizzato progetti e interventi.
L’ingresso è gratuito, previo accredito e fino a riempimento sala.
L’evento è in fase di accreditamento per il rilascio di CFP per Ingegneri
Al via gli appuntamenti di SAIE LAB – Laboratori itineranti del saper fare, un ciclo di incontri tecnici che attraverseranno il territorio italiano fino alla prossima edizione di SAIE Bari – 9/12 ottobre 2024.

Programma dell’evento

Modera: Ing. Andrea Dari, Direttore INGENIO

8:30 Registrazione Partecipanti

9:00 Saluti Istituzionali

Paola Marone, Presidente Federcostruzioni
Marco Bressan, Consigliere ISI – Ingegneria Sismica Italiana
Alfredo Alunni Macerini, Coordinatore OICE Toscana
Chiara Frangerini, Presidente ANCE Toscana Giovani
Emilio Bianchi, Direttore Generale SAIE – Senaf

9:30  Presentazione Dati Osservatorio SAIE relativi al territorio
A cura di GRS Research & Strategy

9:45 Introduzione al tema: interventi tecnici
Assorestauro

10:00 Restauro è progetto: dialoghi inediti tra conservazione e trasformazione
Prof. Maurizio De Vita – Professore ordinario di Restauro presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Firenze

10:25 Studi e interpretazione del sisma. Il comportamento delle strutture in muratura durante il fenomeno
Ing. Massimo Mariani, Consigliere CNI

10:50  Intervenire per migliorare l’efficienza energetica di edifici storici
Ing. Luca Rollino, CEO C2R

11.15  Soluzioni tecnologiche per l’efficienza energetica e comfort negli edifici storici
Ing. Massimo Perotto, ANIE

11:40 – 12:40 Presentazioni Case History e cantieri del territorio

con il coinvolgimento delle aziende sponsor

Intervento di riqualificazione in Piazza San Marco a Firenze Davide Fatigati, Pantecnica

12:40 Q&A

Modera: Ing. Andrea Dari, Direttore INGENIO

 

13:00 Fine dei lavori e aperitivo di networking

L’ingresso è gratuito, previo accredito e fino a riempimento sala.
L’evento è in fase di accreditamento per il rilascio di CFP per Ingegneri

Premium Sponsor

Event Sponsor

La parola degli Sponsor

“Pantecnica ha sviluppato degli innovativi pannelli antivibrazioni denominati NoViDamp®, che in estrema sintesi ci consentono di progettarli in modo che le rispettive prestazioni non dipendano dal materiale bensì dalla particolare ottimizzazione della topologia interna della struttura del prodotto finito, e tali peculiarità sono particolarmente apprezzate proprio per la tutela dei beni culturali. Nel 2023, durante i lavori per la realizzazione della tratta tramviaria VACS lotto 2, siamo stati interpellati per tutelare la Basilica di Piazza San Marco a Firenze, per ridurre l’impatto delle vibrazioni trasmesse agli edifici dal traffico veicolare”. Leggi l’intervista completa »

Davide Fatigati, Pantecnica

“Progetto Sisma è stata coinvolta nell’intervento di adeguamento sismico ed efficientamento energetico dell’Istituto “L. Da Vinci” a Poggibonsi (SI). L’edificio scolastico presentava una struttura a telaio in cemento armato con pareti di tamponamento in muratura, caratterizzate da un doppio paramento con una camera d’aria interna. Una volta esaminate le condizioni delle pareti, particolarmente snelle e sensibili al rischio di ribaltamento fuori piano, Progetto Sisma ha proposto l’applicazione del sistema di rinforzo Sismagrid, costituito da una rete a maglia quadrata in acciaio, formata da bande metalliche di basso spessore, installabile direttamente su pareti esterne (o interne) sia intonacate che faccia vista. L’intervento proposto ha permesso di effettuare contestualmente sia l’antiribaltamento che l’ammorsamento dei due paramenti che costituiscono la tamponatura stessa”. Leggi l’intervista completa »

Lorenzo Mancaniello, Progetto Sisma

La parola dei Partner

“L’utilizzo delle nuove tecnologie trova nei restauri architettonici un campo di applicazione in cui risulta evidente come l’innovazione possa essere al servizio della conservazione di beni di rilevanza storica e artistica consentendo interventi che siano al contempo scientifici, completi e soprattutto non invasivi”.

Ing. Massimo Perotto
ANIE

“Il patrimonio edilizio italiano è composto in massima parte da edifici costruiti prima del 1990, e per circa il 50% da edifici costruiti prima del 1945. Alcuni di questi sono caratterizzati da peculiarità artistiche e architettoniche, anche di notevole pregio. Intervenire per incrementare l’efficienza energetica e per aumentare la sostenibilità ambientale, significa innanzitutto considerare questi aspetti, individuando quegli specifici interventi in grado di ridurre consumi ed emissioni compatibilmente con il rispetto dei vincoli architettonici, siano essi formali o “soltanto morali”.

Ing. Luca Rollino
CEO C2R

“Durante il convegno parleremo degli effetti sulle murature esistenti della disgregazione muraria, della memoria del danno subìto, della fatica e isteresi, della componente verticale del sisma, e delle sollecitazioni impulsive Jerk”.

Ing. Massimo Mariani
Consigliere CNI

“L’Italia vanta un patrimonio immobiliare di rilevante valore storico, che contribuisce al mantenimento dell’identità del nostro Paese. Per sfruttare al meglio tutte le potenzialità di tale ricchezza, occorrono interventi mirati per garantire la conservazione della qualità estetica e, nello stesso tempo, rendere efficienti e sostenibili gli edifici storici, in un’ottica di rigenerazione urbana, riduzione del consumo del suolo, efficientamento energetico e sicurezza degli edifici. In questo senso diventano strategiche le imprese del settore edile in grado di riqualificare, risanare e restaurare gli edifici storici e quindi creare valore aggiunto per il territorio in termini economici, sociali e ambientali, nel rispetto della tradizione e della storia. Queste sono tematiche care ad Ance Toscana, a sostegno delle iniziative volte al recupero e alla valorizzazione degli edifici storici”.

ANCE TOSCANA

Con il patrocinio di